Punto e Linea Magazine

Uomini e no, la dicotomia dell’umanità

Foto di scena: Uomini e no, al Piccolo Teatro Studio Melato di Milano fino a domenica 19 novembre 2017

Foto di scena: Uomini e no © Masiar Pasquali

Al Piccolo Teatro Studio Melato fino a domenica 19 novembre il capolavoro di Elio Vittorini per la regia di Carmelo Rifici

Quello di Vittorini è un mondo dove il sogno è l’ultima speranza dentro la cornice di una realtà cristallizzata, atemporale, frutto di una divisione sociale che si ritrova a percorrere l’odissea della propria disperazione sulle rotaie infinite di un tram. Carmelo Rifici, nella sua versione di Uomini e no, in scena al Piccolo Teatro Studio Melato fino al 19 novembre su riscrittura teatrale di Michele Santeramo, sceglie proprio come allestimento una vettura tramviaria divisa a metà, come la Milano che ha attraversato la guerra civile tra l’autunno del 1943 e la primavera del 1945, due diverse appartenenze che si fronteggiano pur percorrendo gli stessi binari della storia.

Rifici, coadiuvato dall’ottimo cast costituito dagli ex studenti neodiplomati nella scuola “Luca Ronconi”, grazie all’eccellente ’adattamento di Michele Santeramo, ha saputo ben interpretare il realismo fiabesco di Vittorini, autore che anticipò di quattro anni Orwell nel definire un’atmosfera fantapolitica dalla descrizione del presente, con la differenza che qui i luoghi sono precisi, come le segnalazioni delle fermate di un tram, elementi urbani sublimati dalla speranza.

Il risultato è un capolavoro teatrale che affronta l’eterna dicotomia dell’umanità, tra l’essere consci della propria natura o voler soffocare l’alchimia della propria anima con le celebrazioni di una violenza aliena. Lo scontro dialettico finale tra Enne2 e Cane Nero, nella fissità dell’inverno ‘44,  è in fondo il conflitto epico tra chi vuole nutrire l’utopia di un mondo diverso e chi invece preferisce adeguarsi all’inferno della consuetudine. E ad attendere c’è un uomo possibile che risiede ancora nel divenire …

Giudizio: ****

 

 

Produzione Piccolo TEATRO DI MILANO – TEATRO D’EUROPA

 

Uomini e no di Michele Santeramo

tratto dall’omonimo romanzo di Elio Vittorini

Con Salvo Drago, Marta Malvestiti, Elena Rivoltini, Benedetto Patruno, Matteo Principi, Livia Rossi, Giuseppe Aceto, Sacha Trapletti, Yasmin Karam, Alessandro Bandini, Martina Sammarco, Francesco Santagada, Alfonso De Vreese, Marco Risiglione, Caterina Filograno, Annapaola Trevenzuoli, Leda Kreider
Regia di Carmelo Rifici

Scene: Paolo Di Benedetto
Luci: Claudio De Pace
Costumi: Margherita Baldoni
Musiche: Zeno Gabaglio
Foto di scena: Masiar Pasquali

Milano, Piccolo Teatro Studio Melato, Via Rivoli 6
Dal 24 ottobre al 19 novembre 2017
www.piccoloteatro.org

Comments are closed.