Punto e Linea Magazine

Terme di Chianciano: un’esperienza di benessere tra naturopatia e design d’avanguardia

Foto: Terme Sensoriali © Roberta MasiLa passione per le terme è certamente da attribuire agli antichi romani, che le consideravano un centro di riposo, socializzazione e benessere di vitale importanza, tanto che le esportarono in tutte le zone da loro colonizzate.

Molte sono tuttavia le influenze e i contributi provenienti da altre culture, tradizioni e discipline, più o meno millenarie, soprattutto orientali, che hanno ampliato il concetto di benessere sia fisico che psichico e arricchito la gamma dei serviti finalizzati a star bene.

Molti trattamenti scaturiscono da una precisa visione filosofica (tipo i massaggi ayurvedici che seguono i dettami dell’Ayurveda, l’antica “scienza della vita” o tradizionale medicina utilizzata in India fin dal IV millennio a.C. e ancora oggi diffusa nel subcontinente indiano), hanno una funzione prevalentemente terapeutica, oltre che distensiva e si basano su metodi naturali.

Saggezza orientale e occidentale sono state raggruppate in quelle che oggi sono conosciute come le discipline olistiche e naturopatiche (che comprendono il reiki, lo schiatzu, i fiori di bach, la cromoterapia , l’agopuntura, etc.).

Uno dei migliori esempi di fusione e sinergia tra tecniche orientali e discipline occidentali oggi esistenti in Italia si può trovare nelle Terme Sensoriali di Chianciano, dove ogni percorso è stato studiato per far vivere un’esperienza di benessere totale, che coinvolge tutti i sensi.

Le Terme Sensoriali, inaugurate nel 2006, sono un esclusivo centro benessere che coniuga le moderne tecnologie per la remise en forme ed il rilassamento psico-fisico con l’estetica classica e le tecniche derivate dalla saggezza orientale.

Sorgono a Chianciano Terme, amena località termale situata in Toscana a pochi passi dal confine con l’Umbria e il Lazio, rinomata già dai tempi antichi per il potere delle sue acque minerali per la cura del fegato e dell’apparato gastroenterico.

La cittadina, collocata nel cuore della Val d’Orcia, già da svariati anni offre la possibilità di unire la cura della salute alla visita del territorio circostante, ricco di siti d’interesse storico, artistico, culturale (basti pensare a Perugia, Montepulciano, Pienza o Siena, solo per citarne alcuni) e in grado d’offrire un’ampia varietà enogastronomica.

L’elegante stabilimento, che sorge all’interno del parco termale dell’Acqua Santa, permette all’ospite di vivere un’esperienza multisensoriale completa e unica nel suo genere: al momento è il solo in Italia a basarsi interamente su un approccio olistico e sui criteri della naturopatia.

Per garantire l’armonia e la bellezza anche nell’estetica, la progettazione del centro è stata affidata all’architetto Paolo Bodega, già noto per le sue ricerche delle strutture naturali e per essere stato membro del design team di Renzo Piano Building Workshop di Genova.

Allestimento, design, oggetti e colori presenti in ogni stanza, quindi, non sono mai casuali, ma frutto di uno studio molto accurato sul design, mosso dall’intento di combinare soluzioni architettoniche modernissime con le esigenze dei chakra, i centri energetici dell’individuo secondo la disciplina indiana.

Punto forte del centro termale, oltre alla piacevole atmosfera, è l’attenzione rivolta a tutti i cinque sensi: vista, tatto, gusto, olfatto e udito, realizzata integrando i normali trattamenti termali con profumi e suoni, sapientemente selezionati.

Il complesso si estende per 1300 metri quadri ed è suddiviso in tre piani: il primo, dove ci sono le piscine idromassaggio e le saune, il secondo dedicato alla terra con l’area per i fanghi e il terzo riservato ai trattamenti estetici.

Sono proposti quattro percorsi differenti (energizzante, drenante, rilassante, depurante), ideati per riequilibrare l’energia basandosi sull’armonizzazione dei cinque elementi: Acqua, Fuoco, Terra, Aria, Etere, che costituiscono l’uomo e compongono tutto il cosmo.

L’ospite ha a disposizione tre ore e mezzo di tempo, durante il quale può scegliere se seguire un itinerario specifico o sperimentare in modo casuale i venti trattamenti a disposizione.

Il punto di partenza di ogni variante proposta è la camminata nel fiume, presa in prestito dalla natura, che alterna gettiti d’acqua fredda a calda. A seguire sono previste immersioni in vasche con idromassaggio, di cui due sono all’aperto (tra cui quella di acqua salina), e soste nel bagno turco o nelle saune (una tradizionale e una etrusca, aromatizzata coi profumi toscani). A queste si alternano docce fredde dal grande impatto, come quella dell’ice crash che consiste in un mix tra nebbia fredda e doccia ghiacciata. Nel melmarium, nome non a caso di origine latina, è possibile manipolare diversi tipi di fango termale. Per accrescere lo stato di rilassamento sono utilizzate vasche, docce e stanze cosiddette “emozionali”, dotate di musica subacquea e basate sui principi di cromoterapia, aromaterapia e musicoterapia. E’ possibile, inoltre, sperimentare la stanza del silenzio interiore o ricaricarsi nella piramide energetica, costruita rispettando le proporzioni di quella di Cheope.

E’ a disposizione degli ospiti un’ampia area relax interna e un giardino dagli intensi profumi dove prendere il sole e godersi l’incanto del verde della campagna toscana, magari sorseggiando tisane depurative e rilassanti.

Negli eleganti camerini del Centro Benessere delle Terme sensoriali, esperti operatori eseguono trattamenti estetici e massaggi con prodotti termali e tecniche orientali tra le più disparate, dallo stone massage a quello ayurvedico, dalla riflessologia plantare ai trattamenti di Shiatzu, solo per citarne alcuni.

Per rendere il servizio ancora più esclusivo, le Terme di Chianciano spesso organizzano al loro interno degli eventi, quali ad esempio “la notte dei sensi”, durante la quale è possibile vivere un’esperienza sensoriale notturna dalle 21,30 fino alle 2 di notte, con Light dinner di mezzanotte.

Le terme Sensoriali introducono ad un breve viaggio attraverso i sensi, dove corpo e mente sono protagonisti e dove è possibile muoversi, rilassarsi, concentrarsi o liberare la propria mente per armonizzare e rivitalizzare tutte le percezioni. Un’esperienza, quindi, che può essere consigliata non solo agli amanti del benessere, ma anche a tutti coloro che desiderano staccare la spina ed evadere dallo stress, concedendosi sani momenti di svago, divertimento e relax, in un posto incantevole e davvero pieno d’atmosfera.

Per informazioni:

www.termesensoriali.it

Terme Sensoriali – Parco Acqua Santa, Piazza Martiri Perugini 53042 Chianciano Terme – Siena
Call center: 848800243

info@termechianciano.it

Per prenotazioni:

Tel: 0578 – 68480

Sabato e domenica ingresso su prenotazione : tel. 848 800 243

prenotazione@termechianciano.it

Comments are closed.