Punto e Linea Magazine

RePRODUCTION, anatomia della discendenza

Foto di scena: RePRODUCTION di Phoebe Zeitgeist, al Teatro della Contraddizione di Milano dal 19 al 22 ottobre 2017

Foto di scena: RePRODUCTION di Phoebe Zeitgeist © Luca Intermite

Phoebe Zeitgeist affronta il tema del riprodursi in un surreale spettacolo dagli accenti onirici e grotteschi

La replicazione di sé oltre l’immanenza espressa dalla corporalità, non solo quindi fisicamente, ma anche artisticamente, costituisce il leit motiv dello spettacolo RePRODUCTION di Phoebe Zeitgeist con la regia di Giuseppe Isgrò, in scena al Teatro della Contraddizione di Milano fino a domenica 22 ottobre.

I personaggi sono metafore del contemporaneo, introiettate in un proprio egoistico percorso, dove tutto è irrazionalmente possibile nella riproduzione delle identità. Fratta, desiderosa di un figlio, condensa la sua aspettativa in Ciccciobello, poi evolutosi in Barbie, con il completo disinteresse del padre, mentre Artyparty, contraria a una maternità fisica, proietta la sua individualità unicamente nella produzione artistica.

Gli altri soggetti amici, Leprotto di Mamma, Conigliotto Bigotto e Zebrotto di Voglia, manifestano le opportunistiche possibilità di altre forme di discendenza, in relazione alla convenienza del momento. Un ultimo personaggio, il Gatto con lo Zaino blu, sembra invece voler accompagnare le ambizioni di Fratta e Artyparty proiettandole in un universo dove sogno, morte e palingenesi convivono, una sorta di arlecchino che percorre l’oltretomba, per riproporsi nella vita come coreuta di un ego che urla la sua volontà di affermazione.

Coppie etero, esperienze omosessuali, animalità comportamentali sono oggetto di una impietosa analisi sulla duplicazione, circondata da un mondo dove l’economia dello status sociale prevale su qualsiasi contesto amoroso, o forse addirittura lo forgia nella volontà di procreazione. La folle e isterica presenza di Artyparty è in fondo il tentativo di sublimare il vuoto esistenziale di una presunta civiltà sempre più auto celebrativa, con una voluttà artistica che fa della propria dipartita una virtù.

Il testo di Francesca Marianna Consonni e Giuseppe Isgrò, da un soggetto di Patrizia Moschella,è denso di riferimenti,citazioni e aneddoti colti, in una cornice ironica che esalta gli aspetti surreali e grotteschi di una umanità indistinta. Il frutto teatrale è provocatorio, graffiante, senza sconti, specchio deformato di una realtà artificiale che non conosce più la radice emotiva del sentimento, ma solo la moltiplicazione del nulla.

Giudizio: ***1/2

 

Produzione Phoebe Zeitgeist
in collaborazione con Teatro della Contraddizione

RePRODUCTIONda un soggetto di Patrizia Moschella
Drammaturgia di Francesca Marianna Consonni e Giuseppe Isgrò

prima nazionale

Con Francesca Frigoli, Diego Giannettoni, Matteo Giacotto,
Davide Gorla, Chiara Verzola
Regia di Giuseppe Isgrò

Grafica: Alessandro Tonoli
Collaborazione alla promozione: Giuseppina Borghese

Milano, Teatro della Contraddizione, via privata della Braida 6
Dal 19 al 22 ottobre 2017
www.teatrodellacontraddizione.it

Comments are closed.