Punto e Linea Magazine

Recensione Volgareloquio

VOLGAR’ELOQUIO – Musica, Teatro, Poesia in dialetto

Arlecchino malato d’amore, montata con gioppino © Volgar’Eloquio 2009 © Piccolo Teatro Europa Milano

Martedì 13 Ottobre, presso la Sala Pirelli della Regione Lombardia di Milano, c’è stata la presentazione della 2a Edizione di “Volgar’ Eloquio” (Milano, 15-18 Ottobre 2009), la rassegna “interamente dedicata alla cultura in dialetto”, realizzata grazie al “Piccolo Teatro” di Milano. Relatori, nonché ideatori ed organizzatori dell’evento, Massimo Zanello, Assessore alle Culture della Regione Lombardia; Franco Brevini, docente universitario ed esperto in culture, lingue e tradizioni locali; e il Direttore Sergio Escobar del “Piccolo Strehler”, in rappresentanza dello stesso teatro. La manifestazione sarà concentrata in alcuni luoghi-simbolo di Milano, come il Circolo Filologico, Palazzo Clerici, i teatri Piccolo e Dal Verme, Piazza dei Mercanti. In soli quattro giorni vi saranno ben ventidue appuntamenti, tra concerti, pièce teatrali, letture di poesia, dibattiti e spettacoli coi burattini per i più piccini. Tutto all’insegna dei dialetti, da quello emiliano al pugliese, con tante presenze lombarde. A proposito di presenze, da segnalare quella della cantante nazional-popolare Antonella Ruggiero, nel recital di domenica 18 al “Piccolo Teatro” (accompagnata da attori del calibro di Alessio Boni, Laura Marinoni e Anna Nogara), e del “monumento meneghino” Nanni Svampa, col “Cabaret Concerto” di sabato 17 al “Dal Verme”. Nonchè quella di Piero Mazzarella, il 17 e il 18, nella sua interpretazione del “Bertoldo, in lingua e dialetto” (vedi la programmazione completa su: www.volgareloquio.it ). “Ci si sente bene quando si pensa in dialetto, e anche quando lo si parla” – la testimonianza dell’attrice Anna Nogara. Ma “non si tratta di nostalgia – ci tiene a precisare Escobar – ma piuttosto di compiere un percorso verso la conoscenza di se stessi, dotandosi di strumenti popolari”. La lingua e i linguaggi, quindi, non come minacce alla propria identità, ma come arricchimento. E di questi tempi non potrebbe esserci un messaggio di maggiore apertura, e soprattutto di maggior richiamo. Perché le persone d’oggi rivendicano “il diritto di parlare ed esprimersi in dialetto” – ribadisce Franco Brevini. Per potersi esprimere, ma soprattutto per riacquisire “la capacità e la voglia di capire, attraverso la banalità della parola” – conclude Escobar. La riprova? Basta vedere le innumerevoli code ai botteghini della prima edizione, e il fatto che diverse persone non hanno trovato neppure posto. Onde evitare di perdersi gli appuntamenti preferiti, basta prenotarsi il posto sul sito www.piccoloteatro.org , oppure recandosi direttamente presso la biglietteria del “Piccolo Teatro”, tenendo presente che tutti gli eventi della kermesse sono ad ingresso libero. Ora ci si aspetta “un riscontro straordinario” di partecipazione, come ha raccontato l’Assessore Zanello.

(Massimo Gradia, 16 ottobre 2009)

VOLGAR’ELOQUIO – II Edizione Dal 16 al 18 ottobre 2009

www.volgareloquio.it www.piccoloteatro.org

Comments are closed.