Punto e Linea Magazine

Recensione Irnerio23

IRNERIO 23 Il progetto di Irnerio 23 nasce da un’idea di cinque studenti (Marco Marchese, Marco Panzera, Enzo Giordano, Antonio Leo, Francesco Fiormarino). “Irnerio 23” è l’indirizzo di Bologna al quale si trova l’appartamento privato che, a partire dall’Ottobre del 2008, ha ospitato una serie di esposizioni fotografiche di alcuni fotografi emergenti. La formula consiste nel dare spazio a due fotografi ogni 23 del mese (prendendo come riferimento il numero civico della via), ed aprire la casa al pubblico, che, tramite un’offerta a piacere, può approfittarne anche per sorseggiare del vino e sgranocchiare qualcosa mentre ammira le fotografie in mostra. Insomma, un aperitivo fotografico dal sapore molto intimo e raccolto. Il progetto ha attirato un numero sempre maggiore di visitatori, ed è riuscito a centrare in pieno l’obiettivo espresso dai suoi promotori, di “avvicinare i giovani all’arte”. La fotografia come forma d’arte è stata scelta perché è parso un mezzo più “diretto” di altri per coinvolgere un pubblico nuovo. L’obiettivo per il 2009/2010 è di continuare, ma ampliando il progetto, che si sposterà in un locale (il Macondo di via del Pratello 22/c) per le serate di inaugurazione della seconda stagione (il 26 di Ottobre con un dj set live e proiezione di audiovisivi, ed il 23 Novembre con la prima mostra fotografica), e poi di creare una circuitazione anche in altri locali di Bologna. Il risultato per la prima stagione è stata una vera e propria vittoria, ed ha conquistato un numeroso pubblico, soprattutto (ma non solo) di persone giovani, che sicuramente seguiranno anche la seconda “edizione”. (Gaia Gulizia, 23 ottobre 2009) http://irnerio23.wordpress.com/ Foto in alto: Berlino © Anna Morosini

Comments are closed.