Punto e Linea Magazine

Recensione Inri

INRI

 

Dopo l’opera “Zerogrammi”, già insignito del primo premio al Festival “Oriente- Occidente” di Rovereto, il gruppo omonimo dei ballerini, registi ed interpreti Stefano Mazzotta ed Emanuele Sciannamea ha portato al Pim Spazio Scenico questo nuovo spettacolo per attori-danzatori. Il tema portante della piéce è quello della pratica della fede per quanto concerne la religione cattolica, con tanto di litanie che sanno di preghiere, rituali ancestrali al limite del profano, santini e rosari. Un condensato, al limite del grottesco, di un mondo presente ancora oggi nel profondo sud del Belpaese, e non solo. Processioni e sante messe vengono re-interpretate a mo’ di farsa, con pose inusitate di santi patroni, improbabili acquasantiere, donazioni di oboli fin troppo generose, movenze furtive per aggiudicarsi un sorso di vino (rigorosamente sacro). Le due perpetue Mazzotta e Sciannamea incantano e divertono con le loro invenzioni, mettendo sostanzialmente in croce un po’ tutto il sistema-religione, per la gioia del pubblico. Dissacrante.

(Massimo Gradia, 20 novembre 2009)

Giudizio: ***

TEATROFFICINA ZEROGRAMMI Coproduzione con Festival Oriente Occidente (Rovereto) La Piattaforma Coreografica (Torino) con il sostegno di Regione Piemonte INRI - Progetto partecipante ad Anticorpi XL / Network Giovane Danza d’Autore Regia, coreografia ed interpretazione di Stefano Mazzotta, Emanuele Sciannamea Collaborazione alla drammaturgia: Fabio Chiriatti Luci: Chiara Guglielmi Un ringraziamento a Dimora Coreografica (Torino) Milano, PiM Spazio Scenico, via Tertulliano 68/70 Sabato 14 novembre 2009 ore 21 www.pimspazioscenico.it

In alto: foto di scena © Photophilla.it © PiM Spazio Scenico

Comments are closed.