Punto e Linea Magazine

Opera. MA # Museo

Foto di scena: OPERA – MA. Mains tenant le vide, in MA # Museo, andato in scena al PimOff di Milano il 1° e 2 febbraio 2016

Foto di scena: OPERA – MA. Mains tenant le vide, in MA # Museo © Andrea Macchia

Al PimOff l’ultimo lavoro del gruppo di ricerca artistica Opera sul rapporto tra spazio e fisicità

Due strutture cubiformi sul palco, una piena e una vuota, figure antropomorfe sospese nel vuoto, oggetti di diversa scala dimensionale che dialogano nello spazio … L’ideogramma giapponese MA interpreta la relazione spazio-temporale dei corpi ponendo, come dentro una rete di onde gravitazionali, l’atto concreto in rapporto con l’astrazione pluridimensionale. MA # Museo, andata in scena all’inizio di febbraio presso il PimOff di Milano, è una danza in cui le architetture presenti entrano in contatto generando punti di collisione tra universi paralleli. Un progetto nato sul precedente Mains tenant le vide, ispirato alla scultura del 1934 di Alberto Giacometti, amata da André Breton, in cui una figura femminile tiene in mano un immaginario oggetto.

La coreografia di Marta Bichisao incontra le composizioni sonore di Federico Ortica, nella cornice del progetto visivo firmato da Vincenzo Schino, con un garbato coinvolgimento del pubblico che si trova immerso nello spazio in cui avviene il dialogo. Le due strutture cubiformi possono condurre a un relativismo dimensionale, come quello ipotizzato tra terra piena e terra cava, creando un’infinita oscillazione, un percorso perpetuo, in equilibrio tra ombre e luci, suoni e silenzi, movimento e fissità.

Un lavoro suggestivo, foriero di trasmigrazioni del pensiero, evocativo di una teatralità in cui la definizione di un’area incontra l’indefinibilità della poesia. Un processo armonico in cui l’istante e l’atto unico si compenetrano, nel segno di un ossimoro dove i diversi elementi che compongono l’universo partono e si ricongiungono con l’origine del vuoto.

Giudizio: ****

Produzione: CRT Milano/Centro Ricerche Teatrali
Con la collaborazione di: Indisciplinarte/Terni Festival, Associazione Demetra/centro di Palmetta

OPERA

MA #Museo

Progetto, coreografia, danza: Marta Bichisao
Cura del progetto visivo: Vincenzo Schino
Progetto e composizioni sonore: Federico Ortica
Scenografia Emiliano Austeri
Video: Paul Harden e Grazia Genovese
Tracce poetiche: Florinda Fusco
Coordinamento: Marco Betti

Milano, PimOff, via Selvanesco 75
1° e 2 febbraio 2016 ore 20,30
www.pimoff.it

Comments are closed.