Punto e Linea Magazine

Noureddine Khourchid & The Wirling Dervishes Of Syria. The Path Of Ecstasy

Foto di scena: The Path Of Ecstasy, presso Triennale Teatro dell'Arte di Milano venerdì 22 dicembre 2017

Foto di scena: The Path Of Ecstasy © Triennale Teatro Dell’Arte

Al Teatro Dell’Arte, in un periodo propizio alla ricerca interiore e al raccoglimento (poco prima della festa del Natale), è stato rappresentato The Path Of Ecstasy, uno spettacolo di intenso misticismo.
Un ensemble di musicisti e cantanti e due danzatori hanno dato vita e respiro alla grande poesia della tradizione sufi.
Nel silenzio entrano in scena e si pongono in linea orizzontale gli strumentisti su semplici sedie; alle due estremità i dervisci.

Musici e cantanti sciolgono il suono, attraverso la voce e gli strumenti a corda, percussione e fiato.
I gesti rituali delle mani, quasi ingranditi, ingigantiti dall’espressione ieratica e dai movimenti solenni dei danzatori, creano un’atmosfera di mistero che attrae e inquieta al tempo stesso.
Le voci sono gravi, la ripetizione, che si fa reiterazione, si configura e si condensa nel giro via via sempre più vorticoso dei danzatori, che allargano la veste candida come un fiore che apra la corolla; e si dà spazio e luce al colore bianco, che rappresenta il distacco dalla personalità individuale, nella ricerca di Dio.

I dervisci, infatti, esprimono la propria arte come ricerca essenzialmente spirituale, considerando la musica di origine divina.
Fu nel 1249 che il mistico e poeta Jaladdin al – Rumi fondò la confraternita dei Dervisci Rotanti, diventandone la guida spirituale.

Ne “Il lamento del Ney” è narrata la nascita della musica, secondo la quale: «… ogni essere che risiede lontano dalla sua fonte aspira a essere riunito a essa». Ed è per questo motivo che i Sufi cantano della loro dolorosa, inaccettabile separazione e del loro anelito fremente che li conduce, quasi li costringe, a un’inesausta ricerca.
Sul palcoscenico, nel momento stesso in cui i due dervisci si sbarazzano del mantello nero che indossano all’apparire (simbolo dell’ ignoranza e della materia di cui sono fatti), ha inizio il metaforico percorso, il viaggio iniziatico verso i mondi superiori, attraversala discesa nel proprio mondo interiore.

Noureddine Khourchid & The Wirling Dervishes Of Syria
The Path Of Ecstasy

Milano, Triennale Teatro Dell’ Arte, Viale Alemagna 6
Venerdì 22 Dicembre 2017
http://www.triennale.org/teatro/

Comments are closed.