Punto e Linea Magazine

laVerdi. Profumo d’Oriente

 Foto: laVerdi, Profumo d’oriente

Foto: Profumo d’oriente © laVerdi

Il primo violino de laVerdi Luca Santaniello si esibisce in “Shéhérazade” di Rimskij-Korsakov.
Sul podio dell’Auditorium torna Zhang Xian

Un avvincente concerto, dedicato a due compositori russi: le note dell’uno e dell’altro, sia pure tanto diversi, concorrono tuttavia a creare un’atmosfera musicale – ed emotiva – di grande suggestione, che sfiora la magia.

Si comincia con la Sinfonia n. 6 di Prokof’ev ed è subito mistero, gravità, minaccia che incombe: un’inquietudine che si stempera poco dopo, per fondersi, nel secondo movimento, in una sorta di grido; per giungere, tra alterni contrasti, nel terzo movimento, al finale più largo e disteso. Quest’opera, composta nel periodo del dopoguerra e dello stalinismo, fu inizialmente ben accolta dal regime, ma subito dopo, in occasione della prima esecuzione a Mosca, venne giudicata come non conforme alle linee del partito comunista. Ed è proprio il clima generato dalla guerra con le sue lancinanti ferite a contribuire a creare l’aura di irrequieta tensione che la caratterizza.

Con Shéhérazade di Rimskij-Korsakov cade ogni tensione e si entra in una dimensione fiabesca, dove sensualità, leggerezza, incanto, si sprigionano dalla musica e ci parlano di paesi lontani, dell’esotico, sempre vagheggiato Oriente, metafora di meraviglia.

Nata come suite sinfonica, questa composizione è divisa in quattro quadri che rimandano ai racconti de “Le mille e una notte”.
Qui il violino solista, voce avvolgente e intrigante, fa le veci proprio di Shéhérazade, della sua voce suadente, che narra al sultano mille storie e rimanda così all’infinito la sua esecuzione, la sua morte.
Poiché, come lo stesso Luca Santaniello ( primo violino de laVerdi e qui nel ruolo solistico) sottolinea al proposito: “…non puoi smettere di ascoltare la voce esile e dolce del violino solo…”.
Grazie alla sua maestria anche noi non smetteremmo di ascoltare.

AUDITORIUM DI MILANO, LARGO MAHLER

STAGIONE SINFONICA 2017
Programma n°10

Profumo d’Oriente

PROKOF’EV:
“Sinfonia n.6 in Mi bemolle minore op. 111”

NIKOLAI RIMSKIJ – KORSAKOV:
“Shéhérazade Suite sinfonica op. 35”

ORCHESTRA SINFONICA DI MILANO GIUSEPPE VERDI
Violino: LUCA SANTANIELLO
Direttore: ZHANG XIAN

Giovedì 2, Venerdì 3 e Domenica 5 marzo 2017
www.laverdi.org

Comments are closed.