Punto e Linea Magazine

laVerdi. La secchia rapita, prima esecuzione in epoca contemporanea

Foto: Giulio Ricordi (Milano 19 dicembre 1840 – 6 giugno 1912)

Foto: Giulio Ricordi (Milano 19 dicembre 1840 – 6 giugno 1912) © laVerdi

Nell’ambito della rassegna “laVerdi festeggia”, all’Auditorium Mahler è stata rappresentata l’opera musicale “La secchia rapita”, in occasione del 105° anniversario della morte di Giulio Ricordi

A introdurre l’evento all’Auditorium di Milano, martedì 16 maggio 2017, la presenza del pronipote di Giulio Ricordi,Claudio, coordinatore di un Comitato costituito nel 2012, con l’intento di far conoscere e rendere omaggio a questo personaggio, compositore e editore musicale tra i più importanti del panorama italiano.
Fu grazie a lui, infatti, che alcuni grandi Maestri, quali Rossini, Bellini, Donizzetti, Verdi, Puccini conseguirono il meritato successo. Casa Ricordi, dopo Giovanni e Tito, conobbe nuovo impulso, instaurando un legame indissolubile con il Teatro alla Scala.

Figura di spicco dell’ambiente culturale del tempo, Giulio Ricordi fu imprenditore, giornalista, uomo politico, oltre che musicista e artista.
Con il nome di Jules Burgmein, su libretto di Renato Simoni, scrisse questa operetta tra il 1909 e il 1910, rappresentata per la prima volta al Teatro Alfieri di Torino (partitura autografa, scenografie e costumi conservati all’Archivio Storico Ricordi).

Considerata opera comica, è suddivisa in tre atti e racconta del rapimento di una Secchia da parte dei Modenesi a scapito dei Bolognesi, nel corso della guerra per ragioni territoriali tra le due città.
Che il fatto corrisponda a realtà o sia frutto di fantasia, non è accertato; ma a Modena si conserva una Secchia ancora oggi.
E’ stata un’autentica fortunata occasione quella di poter assistere alla “riesumazione” di quest’opera dopo circa cento anni di oblio: la musica è piacevolissima, leggera la narrazione, simpatici i personaggi.

AUDITORIUM DI MILANO, LARGO MAHLER

Progamma n.2

Nel 105° anniversario della morte

LA SECCHIA RAPITA
di Jules Burgmein (Giulio Ricordi)

PERSONAGGI E INTERPRETI:
Il podestà di Modena: ELCIN HUSEYNOV
Il Conte di Culagna: GIORGIO VALERIO
Titta: HYUKSOO KIM
Lo Storico del Comune: ALESSANDRO RAVASIO
La Contessa di Culagna: LAURE KIEFFER
Renoppia: LUCIA AMARILLI SALA
Rosa: KAORI YAMADA
Giglio: MARGHERITA SALA
L’Ostessa: DYANA BOVOLO

ORCHESTRA SINFONICA DI MILANO GIUSEPPE VERDI
Direttore: ALDO SALVAGNO
In collaborazione con: CIVICA SCUOLA di MUSICA CLAUDIO ABBADO

Martedì 16 maggio 2017
www.laverdi.org

Comments are closed.