Punto e Linea Magazine

Il Giappone dei mostri al WOW Spazio Fumetto

Foto: locandina Il Giappone dei mostri presso WOW Spazio Fumetto di Milano

Foto: locandina “Il Giappone dei mostri” © WOW Spazio Fumetto Milano

Il più noto è sicuramente il colossale dinosauro cinematografico Godzilla (Gojira, in originale), dal film capostipite di Ishiro Honda e prodotto dalla Toho nel lontano 1954, il cui secondo omonimo remake è ora nelle sale cinematografiche nostrane. A ben vedere, proprio come in altre civiltà, dalle mitologie greche e germaniche fino all’animismo africano, ma forse anche più che in queste ultime, l’elemento mostruoso nella narrazione nipponica ricopre un ruolo piuttosto importante.
WOW Spazio Fumetto dedica una significativa rassegna a quest’aspetto in un’escursione attraverso le immagini, dalla pittura classica dei più importanti artisti, dai pittori del passato ai moderni manganka (come sono chiamati i loro fumettisti, autori dei manga), alla calligrafia fino all’oggettistica. Si va dai simpatici animaletti, come il Nyctereutes viverrinus, meglio noto come Tanuki, un canide di piccole dimensioni spesso confuso con il tasso e più simile al procione, ritenuto un’entità mutaforma (per chi fosse interessato c’è il film “Pom Poko”, uno dei capolavori del maestro Hayao Miyazaki, ndr) agli immaginari Kappa, geni delle acque, bizzarri almeno quanto dispettosi, alla loro versione dei fantasmi, suddivisi in  diverse classi dall’artista settecentesco Sekien Toriyama, fino all’evoluzione naturale dei cosiddetti noi, i Kaijū, letteralmente “strana creatura” (poiché in giapponese non si distingue il singolare dal plurale), i cui maggiori esponenti sono il già citato Godzilla, insieme a Gappa, Gamera e compagnia cantante. Un mito quest’ultimo purtroppo cresciuto anche nel timore che conseguenze della radioattività delle bombe di Hiroshima e Nagasaki del ’45, oltre a successivi esperimenti nucleari (nel ’54 il peschereccio Daigu Fukuryu Maru nell’atollo di Bikini, ndr), per tacere di sciagure anche più vicine a noi nel tempo (vedi l’incidente di Fukushima nel 2011). Un mondo, almeno a parole, ancora oggi parzialmente rifiutato da una certa cosiddetta cultura alta, ma che anche nel mondo occidentale ha riscosso e continua riscuotere un sempre maggiore successo, dalla letteratura al cinema al fumetto.

Il Giappone dei mostri – Creature, miti e folklore del Sol Levante
WOW Spazio Fumetto  

Milano, Viale Campania 12

Dal 9 maggio 2014 al 1 giugno 2014
Da martedì a venerdì ore 15.00 -19.00
Sabato e domenica ore 15.00 – 20.00
Ingresso libero

INFO:
Tel. 02 49524744
www.museowow.it

Comments are closed.