Punto e Linea Magazine

BOYS DON’T CRY

Click to view map
When:
dicembre 15, 2017 @ 8:30 pm – 11:45 pm
2017-12-15T20:30:00+01:00
2017-12-15T23:45:00+01:00
Where:
PimOff
Via Selvanesco
75, 20142 Milano MI
Italia
Cost:
Free
Contact:
PimOff
02.54102612
Foto: locandina “Boys Don’t Cry” , in scena al PImOff di Milano venerdì 15 dicembre 2017

Foto: locandina “Boys Don’t Cry” © PimOff Milano

mise en éspace di
Milena Costanzo

All’interno di Fabulamundi. Playwriting Europe. Beyond borders?

Drammaturgia Vίctoria Szpunberg
Mise en éspace Milena Costanzo

Con Luca D’Addino, Donato Demita, Livia Bonetti, Jacopo Bottani e Vincenzo Paladino

Boys Don’t Cry è la storia di due uomini, vecchi amici di adolescenza, che si incontrano dopo essersi persi di vista per anni. Gianni è un politico ricco e importante, Walter è un artista in crisi che ha scritto un’opera teatrale che è stata mal recensita. In un faccia a faccia teso e imbarazzato si palleggiano ricordi, fallimento, sfide, e giochi di potere, precipitando in una dialettica vertiginosa piena di progetti inutili e desideri repressi. In un crescendo sempre più grottesco, dove la realtà si confonde con l’immaginazione, fanno l’impossibile per uscire dai ruoli che il tempo ha stampato nei loro corpi. Nell’arco di una giornata delirante attraversano gli sbagli del passato, la squallida festa del presente, la crisi, la soluzione politica “del futuro”, i Cure e il ritorno impossibile alla giovinezza. Quel tempo in cui si credeva che tutto fosse possibile, persino l’amore e la poesia.

Il debutto rientra in Fabulamundi Playwriting Europe, il progetto di cooperazione che vede coinvolti teatri, festival e organizzazioni culturali in Italia, Francia, Germania, Spagna e Romania.
Il progetto è stato finanziato due volte della Commissione Europea, grazie ai fondi del Culture Program 2007 – 2013 e di Creative Europe 2014 – 2020.
Il network promuove e sostiene la drammaturgia contemporanea in Europa, rafforzando le attività di chi opera nel settore e offrendo agli autori teatrali opportunità di networking, incontri internazionali e sviluppo professionale.
Fabulamundi. Playwriting Europe – Crossing Generations è organizzato da PAV (project leader – Italia) e La Mousson d’étè (Francia), Théâtre Ouvert (Francia), Interkulturelles Theaterzentrum Berlin (Germania), Theater an der Parkaue (Germania), Short Theatre (Italia), Teatro I (Italia), Teatrul Național Târgu-Mureș (Romania), Teatrul Odeon (Romania), Sala Beckett/Obrador Internacional de Dramatúrgia (Spagna).

Vίctoria Szpunberg è nata a Buenos Aires nel 1973. Drammaturga e insegnante di drammaturgia dell’Institut del Teatre and at the Escola Superior de Coreografia de Barcelona. Nel 2000, con la sua prima opera viene invitata a far parte dell’International Summer Residency for Emerging Playwrights al Royal Court Theatre; da questo momento i suoi lavori hanno ricevuto numerosi premi in festival nazionali e internazionali.
Parallelamente alla sua carriera di autrice, ha collaborato con differenti coreografi, firmato adattamenti teatrali, lavorato come direttrice, scritto produzioni per la radio e creato installazioni sonore. Ha anche partecipato a progetti teatrali e educativi ed è collaboratrice per la scuola Patothom per il teatro sociale.
Tra i suoi lavori principali Entre aquí y allá (Lo que dura un paseo), The Shop Window (Teatre Nacional de Catalunya, 2003), Esthetic Paradise (Sala Beckett – Festival Grec, 2004), The Speaking Machine (una produzione ospitata a Sala Beckett, 2007, e al PimOff di Milano, 2008), El meu avi no va anar a Cuba (Festival Grec – Sala Beckett, 2008), La marca preferida de las hermanas Clausman (Teatre Tantarantana, 2010), Boys don’t Cry (Teatre Tantaranta, 2012) e l’Onzena Plaga (Teatre Lliure, 2015).

Milena Costanzo è nata a Milano nel 1965. Ha frequentato la facoltà di architettura del Politecnico di Milano e dopo la scuola di teatro ha seguito numerosi laboratori di perfezionamento.
Come attrice ha lavorato per Giorgio Barberio Corsetti, Claudio Morganti, Alfonso Santagata, Stephan Braunshweig, Roberto Bacci, Anton Milienin. Contemporaneamente ha messo in scena spettacoli che hanno partecipato a diverse rassegne, festival e concorsi.
Nel 2011 ha vinto il Premio Ubu insieme al collega Roberto Rustioni con lo spettacolo Lucido di Rafael Spregelburd. Si occupa di insegnamento per allievi attori.  Come ricerca ed insegnamento ha collaborato, tra le altre cose, con il centro internazionale di Pontedera e con l’università Bicocca per il progetto Demetra sull’identità di genere.
“Sono regista, attrice, insegnante e faccio il possibile per dimenticarmelo. Convinta attivista nel liberare da ciò che ci sovrasta e che in realtà non ci appartiene. Voglio utilizzare più forme possibili per esprimermi e per riuscire a fare esprimere gli altri.”

 

Boys don’t cry -ingresso libero fino ad esaurimento dei posti, si consiglia la prenotazione chiamando il numero 02.54102612 oppure inviando una mail a info@pimoff.it

Comments are closed.