Punto e Linea Magazine

“Camicia nera e stella rossa”, un romanzo sulla II Guerra

Foto: copertina libro Camicia nera e stella rossa

Foto: copertina libro © Reverdito

Ivan, il ragazzo croato protagonista del romanzo storico Camicia nera e stella rossadi Piergiorgio Righetti,  nel 1938 riceve la chiamata per il servizio militare, e parte con gli italiani a bordo dell’incrociatore leggero Giovanni dalle Bande Nere nella Regia Marina Italiana, divenendo l’italianissimo Giovanni. Un servizio di leva che, grazie all’entrata in guerra dell’Italia fascista, la camicia nera del titolo, dura quattro anni (mentre per un grottesco scherzo del destino il fratello viene chiamato alle armi dal ricostituito Regno Serbo Croato Sloveno, ndr). Tuttavia Giovanni, alias Ivan, durante una licenza, e un breve rientro (almeno nelle intenzioni) a casa, a Rijeka, viene di fatto arruolato dai partigiani di Tito, da cui la stella rossa.

“Forse non lo sapete, ma io non sono un combattente. Non ho mai imbracciato il fucile nei miei quattro anni nella regia Marina e non l’imbraccerò di certo ora. Io sono un tecnico e tutto quello di cui mi sono occupato è stato la messa in posa di circuiti elettrici e radio-comunicazioni” è il suo manifesto ideale, benché, come sarebbe accaduto a moltissimi suo coetanei dell’epoca, gli eventi l’avrebbero costretto a una sorte diversa da quella che avrebbe desiderato.

Quest’opera letteraria scritta dal professor Righetti, stimato biologo e ricercatore nonché docente in più di una università, sia in Italia che all’estero, non è soltanto una buona storia con personaggi vivi ed empatici, a partire proprio dal protagonista. Attraverso le sue vicende personali, in un’arco di tempo di sette anni, non si contano le digressioni storiche, dall’antichità di Cambise e di Alessandro Magno alla pulizia etnica del periodo narrato compiuta dai cetnici serbi e degli gli ustaša croati (episodi che si sarebbero ripetuti circa cinquant’anni dopo durante la Guerra dei Balcani in seguito alla dissoluzione della Jugoslavia, ndr), e letterarie, dall’Ariosto a Montale.

Coadiuvato da una mini bibliografia finale, un lavoro letterario appassionante e istruttivo, soprattutto in un’epoca in cui la memoria media, e non soltanto storica, è più o meno quella del pesce rosso, circa quattro secondi (la citazione è di Beppe Severgnini).

Piergiorgio Righetti – Camicia nera e stella rossa – Reverdito – € 14,00 

Comments are closed.