Punto e Linea Magazine

Brunello Cucinelli. Anticipazioni della primavera-estate 2011

Foto © Brunello CucinelliQualcuno lo chiama il “Re del cashmere”. Altri lo conoscono come il filosofo della Moda o come lo stilista che ha rivoluzionato il mercato tradizionale del settore, inventando il cashmere colorato. Brunello Cucinelli, l’imprenditore umbro ormai famoso nel mondo per le sue collezioni uomo e donna, di recente insignito anche del titolo di Cavaliere del Lavoro, sicuramente sa sempre come far parlare di sé.

La sua impresa “umanistica”, fondata nel 1978, conta oggi oltre 500 dipendenti e numerosi negozi monomarca sia sui mercati tradizionali che emergenti e rappresenta uno dei più efficaci e rappresentativi esempi della capacità imprenditoriale e della creatività italiana.

A testimonianza della crescente celebrità acquisita dal brand e della validità del modello manageriale adottato, prosegue anche quest’anno il buon risultato dell’azienda, che prevede di chiudere il bilancio 2010 con un incremento pari a +22,05% e con un aumento in percentuale di oltre il doppio rispetto ai dati del bilancio 2009. Risultati importanti, soprattutto considerati gli ultimi echi della crisi di settore. Molti i segreti del successo della piccola azienda di Tolomeo, capace di creare capi pregiati il cui valore resta inalterato nel tempo.

Tra i punti di forza del marchio sicuramente al primo posto vi sono: la continua capacità di rinnovarsi, comprendendo e anticipando i bisogni dei clienti e, soprattutto, l’elevata qualità dei filati e della produzione artigianale, rigorosamente “Made in Italy”, frutto della grande tradizione sartoriale umbra nella lavorazione dei tessuti.

Da non trascurare, però, anche la particolare attenzione del fondatore rivolta verso tutti i collaboratori, che sono coinvolti attivamente nella vita aziendale e il cui lavoro è considerato sempre come un bene pregiato, indipendentemente dal ruolo svolto.

Durante l’ultima Fashion Week che si è tenuta a Milano lo scorso settembre l’azienda ha presentato la sua prossima collezione.

Per la primavera-estate 2011 il grande stilista umbro punta su colore, forme e materiali. La nuova collezione si muove tra elementi di culture e tradizioni diverse, varcando la soglia di epoche e periodi lontani tra loro: si ispira ai viaggiatori, esploratori dell’universo che girovagano per il mondo, cercando di interiorizzare elementi provenienti da culture e gusti differenti, che, come per magia, riescono a fondersi in modo armonico con i canoni di bellezza metropolitana.

La donna di Brunello Cucinelli spazia tra oasi e dune del deserto, atmosfere coloniali e città perdute, indossando capi dal gusto lievemente militare, resi femminili dai dettagli e dal gusto del colore. Capi ai quali il trattamento “aged” conferisce un aspetto vissuto, quasi come se fossero segnati dai chilometri percorsi durante l’esplorazione del mondo.

I colori proposti appaiono polverosi, dalle tonalità basse, sembrano consumati e logorati dal tempo e dal viaggio. Le paillettes di colore spaziano dal caki, al tabacco, fino ai verdi militari, sempre mischiati con il grigio, e comprendono prugna, sigaro, sottobosco, bacca e beige. .

Come di consueto, una grande vestibilità caratterizza i capi. Forme e geometrie si combinano in modo dinamico, pur nel rispetto di un minimalismo quasi essenziale che si esprime con linee pulite e sobrie.

Leitmotiv della collezione sono le forme geometriche: rettangoli e quadrati si intersecano in varie lunghezze, sia nella maglieria in cashmere che nell’out wear. Talvolta ricordano i plaid dei viaggiatori e si appoggiano morbidamente dando forma al corpo.

Le contaminazioni ottenute sia mediante l’utilizzo sullo stesso capo di materiali con pesi differenti che avvalendosi di un mix di lavorazioni di diverso tipo, contribuiscono a creare un effetto di grande leggerezza e movimento. Così ad esempio tessuti forti, come la pelle, il cotone e il lino, sono abbinati a stoffe più leggere, tipo chiffon, crepe o cashmere, filati lavorati a mano si combinano con decori ad uncinetto e lavorazioni a macchina.

Nella linea dedicata alla sera il tessuto di punta per la maglieria è il “cotone diamante”, cotone costellato da piccole paillettes, che creano un gioco di luce affascinante e sensuale, sempre molto composto e raffinato, mai eccessivamente appariscente.

Ampia è la proposta di capi realizzati con tessuti tecnici, soprattutto nell’abbigliamento dedicato all’out wear. I tranch, i sopra giacca e i giacconi, hanno forme geometriche e lunghezza variabili. Sono realizzati con materiali leggerissimi, tipo lini e cotoni idrorepellenti, che si adattano a qualsiasi situazione meteorologica e combinano eleganza, gusto estetico e praticità.

Fanno parte delle proposte estive, già presenti nella precedente collezione invernale, anche le giacche dal gusto foulard, ottenute grazie ad un elegante gioco di drappeggi integrato nella giacca stessa.

Molto curati i copri spalla, a forma di cappa realizzata con diverse misure, sempre a forma di rettangolo o quadrato, impreziosita da lavorazioni a mano.

Come immancabili compagni di avventure completano la collezione gli accessori, quali borse, gioielli e scarpe, già da tempo presenti nelle proposte dello stiliste. Vasta è anche la scelta di sciarpe, in tinta unita o fantasia, di cinture e cappelli.

I sandali, per la maggior parte bassi e allacciati alla caviglia, sono in pelle delavè e raso, con le suole bicolore oppure a fascia con ricami all’uncinetto o tubolari gioiello. In alternativa sono proposti polacchini sneakers e mocassini con lacci di seta, sempre molto english style.

I gioielli sono di legno e pietre, agata grigia e striata oppure pietra della luna., abbinamenti insoliti che pongono l’accento su come, in linea di massima, in questa nuova collezione, il gusto etnico si fonde insieme con quello moderno e viene reinterpretato secondo canoni estetici classici, per dare vita ad un’immagine di donna di gran classe, mai esagerata o aggressiva, ma che mantiene al contrario sempre un profilo molto chic, diventato ormai tipico della Donna Cucinelli.

Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.brunellocucinelli.it.

Comments are closed.